Ma essenzialmente Laura di cosa si occupa?

Ma essenzialmente Laura di cosa si occupa?

E’ una domanda che mi sento fare spesso: “ma scusami, alla fine non ho capito, di cosa ti occupi?”.

Fosse semplice spiegarlo… non tanto perché è una cosa difficile e lunga, quanto perché la spiegazione di alcune discipline, il più delle volte è opera di convincimento.

Alcune persone non sono mai troppo convinte che il nostro corpo ci mandi segnali e che quei segnali sono preziosi. Oppure che oltre la nostra pelle e le nostre ossa ci sia un’anima profonda che ha addirittura un nome.

La società, le religioni e le culture, ovvero le credenze che negli anni l’uomo ha costruito per dare un senso alla vita e alla morte, ormai sono impiantate in noi, proprio come radici. E queste radici profonde è difficile sradicarle per poterle reindirizzare in un altro verso, dove magari hanno più libertà.

“Ma sei una dottoressa allora?”

No, la laurea in medicina è un sogno nel cassetto, ma che per ora rimane lì.

“Ah, ho capito…allora sei una STREGA!”

mmh, non sapevo che nel XXI secolo ci fosse una ricaduta nel Medio evo. Le streghe diciamo che non sono mai esistite…

…ohhh…

In pratica erano guaritrici un po’ più sensibili. Curavano con le erbe ed esercitavano dei riti (non magici) ma per rafforzare il loro legame con la Natura. E questo legame le rendeva forti, tanto da far arrabbiare i potenti dell’epoca. È un mondo incredibile quello delle streghe e delle guaritrici nel Medio evo.

Quasi quasi ne faccio un articolo molto interessante!

Comunque tornando a noi, io sì, se fossi vissuta nel Medio evo sarei stata bruciata viva probabilmente. Ma in questo secolo, mi limito a spiegare con pazienza e gioia quello che studio e pratico.

Non vi voglio intrecciare i pensieri, per cui scriverò solamente quello che pratico, magari approfondendo il significato di ogni disciplina in degli articoli a parte.

Pratico inizialmente colloqui naturopatici, in cui la persona, che si è rivolta a me spontaneamente, racconta la sua vita e i suoi disagi e/o disturbi che la affliggono. Qualche volta ritengo utile fare delle domande più specifiche, altre volte, il mio sensibile intuito dice “mi bastano queste informazioni!”.

Dopo questa breve ed intensa chiacchierata, si procede di solito con la visita kinesiologica. Grazie a quest’ultima, alla fine ho un quadro “diagnostico” abbastanza preciso; questo serve a me, per iniziare un percorso con Psych-k, oppure prescrivere una “cura” naturale e preventiva, o per cambiare il piano alimentare. O semplicemente, indirizzare la persona ad una figura più competente in materia specifica (ad esempio il dentista).

Una volta che la persona, che in questo caso chiameremo Cliente (e non paziente, proprio perché non sono un medico), inizia un percorso con me, è libera di scegliere se continuare o se smettere. Senza vincoli e senza rancore.

Fino ad ora ci sono stati Clienti con risvolti molto positivi. C’è chi ha superato fobie importanti, chi ha vinto paure infondate, chi invece ha riequilibrato le vitamine ed altri nutrienti mancanti.

Tutto questo è estremamente semplice, naturale ed efficace.

Se vuoi prendere un appuntamento clicca qui

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.