Cos’è la Kinesiologia Applicata

Cos’è la Kinesiologia Applicata

Se non sai di cosa sto parlando, dai un’occhiata all’articolo precedente dove introduco come si svolgono gli incontri che faccio.

La Kinesiologia Applicata rientra nelle cosiddette terapie alternative. Il fondatore di questa disciplina fu un chiropratico statunitense, George Joseph Goodheart Junior (1918-2008).

La Kinesiologia Applicata nasce nel 1964, con un articolo scritto dallo stesso fondatore, dove riportava tutti i risultati ottenuti dopo anni di approfonditi studi e ricerche.

Goodheart introdusse la relazione che c’è tra muscolo e meridiano, che è la base della Kinesiologia Applicata. Secondo quest’ultima, la salute è determinata dall’equilibrio di tre fattori, rappresentati graficamente da un triangolo i cui lati rappresentano un determinato sistema del corpo umano. Ogni sistema è in relazione con gli altri due, li influenza e viene influenzato da essi.

La base del triangolo è il sistema strutturale (articolazioni e muscoli, colonna vertebrale, piedi e bocca); il lato di sinistra è in relazione con il metabolismo (alimentazione e organi interni), e il lato destro è in relazione con lo stato psichico.

È molto importante, secondo questa disciplina, mantenere il concetto di equilibrio fra i vari sistemi; l’indagine ha lo scopo di stabilire la causa della disarmonia e di scoprire quale lato sia più interessato. In base a risposte neuromuscolari a opportuni stimoli, è possibile diagnosticare e curare la patologia.

Il test muscolare kinesiologico

Il test muscolare kinesiologico è un test che fornisce indicazioni sulla capacità del soggetto di mantenere stabile un determinato arto a fronte di un’azione pressoria esercitata dal kinesiologo. Il kinesiologo non ha come obiettivo la determinazione della potenza muscolare, ma la capacità del sistema nervoso nel controllare in modo corretto l’azione del muscolo.

Il responso può essere di due tipi: stabile o non stabile, ma a seconda dei vari indirizzi kinesiologici e risposte possono essere diverse.

In base alle risposte del test kinesiologico dovrebbe essere in grado di individuare il tipo di disturbo e suggerire la cura per riportare il soggetto in equilibrio.

La Kinesiologia Applicata non presenta controindicazioni ed è priva di effetti collaterali.

Il principio di cui tutti i kinesiologi prendono atto è che bisogna prendere in considerazione l’intera persona, perché il lavoro, l’alimentazione, la postura, l’ambiente, e soprattutto l’emotività, influiscono sulla misura in cui’individuo può risentire dello stress eccessivo.

Gli ingredienti che questa disciplina ci offre per godere di ottima salute sono la rapidità, l’estrema semplicità, l’economicità e l’efficacia!

Per prendere un appuntamento clicca qui

 

 

Sitografia:
– https://www.albanesi.it/medicina-alternativa/kinesiologia.htm
– http://www.kinesitalia.it/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.