L’Energia Rivoluzionaria della Vita

L’Energia Rivoluzionaria della Vita

Il dubbio ti viene, quando per il terzo anno di seguito noti qualcosa che accade sempre nello stesso periodo.

Sole in capricorno, ascendente capricorno e venere in scorpione.
– Ma che vuol dire?
– Ehh, sei quadrata.
– Ma quadrata rispetto a cosa?
– Alla luna bella mia, la luna piena in bilancia di questo mese!

Ti arriva la disperazione fino alle orecchie, anche se tu non sai cosa vuol dire essere quadrata, tonda o triangolare. Inizi a pensare al peggio, a tutta la catastrofe che può accadere in quel dato giorno e inizi a cercare di capire.
Ma dove avrò sbagliato?
Ma come devo affrontare?
Inizi a chiedere consigli a chi ti ha detto della quadratura, prendi un righello, il goniometro e calcoli tutto: ahh, ecco perché ieri quel signore mi ha tagliato la strada, era per la luna piena. Ooora capisco tutto!

Ma in realtà non capisci niente. La tua anima lo sa e con le mani sulla testa ripete a chi di dovere “scusatela, alla prossima ci arriva, ve lo giuro!”

Vi racconto questo aneddoto perché è una lezione che dopo 29 anni ho imparato, e ancora non del tutto assimilato (datemi tempo, sono umana anche io!) e voglio condividerla con voi con il fine di lanciare una piccola scintilla in ogni lettrice e lettore.

Essenzialmente la luna piena rappresenta un’energia, qualcosa che realmente non puoi vedere né toccare, ma la percepisci se la smetti di dare la colpa agli altri.

Ma in che senso?
Nel senso che se  la luna è portatrice di una certa energia e a te accade la conseguenza di quel certo potenziale, non puoi dare la colpa a chi si è trovato coinvolto con te in questo vortice. Perché evidentemente è solo così che potevi capire questa “lezione” di vita. E, magari, se ci fai caso è una cosa simile al passato. Ma che solo ora l’hai compresa.

Ma allora l’energia è negativa?
Ma  certo che no!
L’energia ti smuove per cambiare, per darti l’opportunità di evolvere. Ma alcune volte c’è bisogno di morire (non nel vero senso della parola) per poter rinascere.

AH, OK.
E’ stata la mia espressione sconsolata quando mi hanno sbattuto questa verità in faccia.

Credevo di avere i pattini ed essere sul ghiaccio, con una grande facoltà nel saper pattinare. In realtà l’ultima volta che ho pattinato sono caduta, ma questo non lo ricordavo. ecco perché credevo fosse facile, una passeggiata insomma.

Quindi, tutto questo per dirvi che con la luna piena nel segno della bilancia, ho dovuto (per forza) mettere ordine nella mia vita sentimentale e nelle relazioni in generale.
Mi sono concessa la tristezza, la rabbia e la delusione, senza dover per forza ferire nessuno. Sono rimasta semplicemente in ascolto del mio silenzio. Ho meditato tanto e mi sono resa conto di tutto questo. Un ciclo che si è chiuso, la morte per una rinascita e la gratitudine per aver compreso la lezione.

La pace e la gioia ritornano galoppanti e più potenti che mai.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.