Essere o non Essere…

Essere o non Essere…

Ormai, se mi leggi da un po’, sai che sono quel tipo di persona che ti aiuta a fare introspezione anche solo facendo due risate.
Il mio Maestro diceva che qualche volta non prendersi sul serio Γ¨ molto piΓΉ importante di dire le cose impostate e con il costante pensiero di non perdere la dignitΓ .
Beh, diciamo che il capricorno, ascendente capricorno, case in capricorno, vita in capricorno non mi hanno agevolato molto in questo processo. Il sarcasmo pungente e la voglia di essere una donna tutta d’un pezzo alle volte era irresistibile.

Ma comunque… ogni tanto mi perdo eh. Sopratutto nelle intro degli articoli!! πŸ˜‚

Ma veniamo a noi.

𝑬𝒔𝒔𝒆𝒓𝒆 𝒐 𝒏𝒐𝒏 𝑬𝒔𝒔𝒆𝒓𝒆.

Sono giorni che il mio intuito mi porta a voler condividere con te questa mia esperienza. E casualmente proprio il giorno prima della luna nuova sono qui a scrivere questo per te. E te ne sono grata!

Nel 2017, dopo anni di continui cambiamenti, ho subito una forte rottura interna. A distanza di anni ancora il mio spazzino interiore ogni tanto mi dice: “ma che Γ¨ questa schifezza?! La vuoi togliereeee?”. E corro subito a fare rituali, bagni nel sale, shampoo con il sale e cristalli poggiati sotto il materasso come la principessa sul pisello.

– “Allora?! L’ho tolta?”
– “Ma guarda, io vedo ancora delle schifezzine lΓ¬.”
– “Ma lΓ¬ dove?”
– “LΓ¬. Guarda bene.”
– “Ma non le vedo, aiutami.”
– “Ao sei di coccio. Ti ho detto lΓ¬. Se Γ¨ lΓ¬ Γ¨ lΓ¬, no? Ehh!”

Diciamo che il mio spazzino interiore non Γ¨ uno che te le manda a dire. E diciamo anche che la mia svegliezza mi contraddistingue poco da un comodino.
Quindi, avvicinati un attimo che devo dirti una cosa segreta… π‘π‘Ÿπ‘–π‘šπ‘Ž 𝑑𝑖 π‘ π‘π‘’π‘”π‘™π‘–π‘’π‘Ÿπ‘’ 𝑖𝑙 π‘‘π‘’π‘œ π‘ π‘π‘Žπ‘§π‘§π‘–π‘›π‘œ π‘Žπ‘ π‘ π‘–π‘π‘’π‘Ÿπ‘Žπ‘‘π‘– π‘β„Žπ‘’ π‘ π‘–π‘Ž 𝑑𝑖 𝑒𝑛 π‘ π‘’π‘”π‘›π‘œ π‘§π‘œπ‘‘π‘–π‘Žπ‘π‘Žπ‘™π‘’ π‘β„Žπ‘’ π‘™π‘œ π‘Ÿπ‘’π‘›π‘‘π‘Ž π‘‘π‘œπ‘™π‘π‘’ 𝑒 𝑠𝑒𝑛𝑠𝑖𝑏𝑖𝑙𝑒!

– “Ti ho sentita, scema!”

Ok, ma devo dire che mi Γ¨ stato molto di aiuto. Soprattutto in quel periodo che ti dicevo prima. Lui Γ¨ stato quello che mi ha spronato a fare un viaggio da sola, come non lo avevo mai fatto. Zaino in spalla, macchinetta fotografica per chi Γ¨ negato con le foto e tanta voglia di respirare aria diversa.
PerchΓ© in fondo lo sapevo che quell’aria aveva un qualcosa di speciale, qualche magia che mi entrΓ² dentro come un uragano. E fece luce a quel “lΓ¬” di cui lo spazzino mi rimproverΓ² piΓΉ volte: ma come stai con te stessa?

Quanto sei radicata? e soprattutto dove hai affondato le tue radici?

Forse leggendo penserai che sono matta.
Ti dirΓ², la pazzia Γ¨ quella che ti fa ritrovare le origini, le tue radici che spesso fai sprofondare molto lontano dalla tua Essenza.
Ma non Γ¨ che le perdi e poi non le ritrovi piΓΉ, Γ¨ che spesso ci radichiamo su oggetti, ricordi o persone. Oppure ancora piΓΉ spiacevolmente esse abbracciano orgoglio, rancore, rabbia e paure.

Ma tu sei davvero questo?
Hai davvero bisogno di rappresentarti in un preciso stile, moda o persona?

La tua Anima no!
Prepara il terreno per accoglierla e riconoscerla, piΓΉ bella che mai, ti renderΓ  una persona diversa.

Con Amore,
Atma Namaste πŸ™

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarΓ  pubblicato.