Intrappolata

Intrappolata

“E’ tempo di ritrovare il tuo equilibrio” disse un’imponente vocina dentro di me.

“Ma perché, sono tanto messa male?”

Se ci fosse un Maestro davanti a me, mi avrebbe già tirato un’amorevole sberla e avrebbe detto che queste domande sono un passo da gambero.
E sinceramente, avrei accettato anche lo schiaffo, pur di imparare da lui.

Ho iniziato un percorso di crescita talmente profondo negli ultimi anni, che ora non ritrovo più la via d’uscita per tornare indietro.

“Ma perché, tu torneresti indietro?” mi chiedono sempre.

No! non ci tornerei neanche per scherzo.
E se fino a 10 anni fa rimpiangevo tutte le cose che non erano andate come volevo, ora le guardo come insegnamenti.
Anzi, se proprio devo dirti, mio caro lettore e mia cara lettrice, ho perso tanto tempo a piangermi addosso.

E ho deciso di non volerlo fare più.

Perché effettivamente, non è che poi serva a così tanto.
Guardare al passato con rimpianto, ti fa rimanere intrappolat* in una dimensione in cui troverai solo malessere.
Quel malessere interno che, vuoi o non vuoi, si riversa anche all’esterno.

E allora inizi a imprecare perché le cose non vanno.
La mattina arrivi in ritardo a lavoro e il tuo capo ti ammonisce, oppure incontri persone sempre arrabbiate che cercano lite, oppure ancora ti senti ansios* e scarica di energia.

Beh, sappi che tutte quelle cose per cui imprechi ogni giorno, sono solo dei piccoli insegnamenti che l’Universo ci invia per riflettere.
Ecco perché non dovresti prendertela e inveire.

Se senti dentro di te questo malessere, non esitare a contattarmi.
Insieme troviamo la soluzione migliore per essere te stess* e vivere meglio!

Namaste ♡

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.